• Lunedì - Venerdì 9.00 - 18.00
  • Via Raoul Chiodelli 64, 00132 Roma RM
  • 06.2424096

Leggi e Sentenze Condominio

Infiltrazioni di acqua: danni al negozio provenienti dal terrazzo sovrastante

  • Sentenze
  • visite: 3061

Erronea la tesi secondo cui il proprietario esclusivo di una terrazza debba rispondere in ogni caso a titolo di custodia

Il Tribunale condanna la proprietaria di un appartamento, sito in un Condominio a rifondere la conduttrice del negozio sottostante i danni alle strutture dell'immobile derivati da infiltrazioni di acqua provenienti dall'appartamento di proprietà della condannata e i danni subiti alla merce.


La Corte di Appello rigetta la domanda di risarcimento proposta contro la proprietaria dell'appartamento sovrastante il locale commerciale danneggiato, osservando che non erano emersi elementi tali da confermare la responsabilità della stessa. Infatti quando la suddetta proprietaria aveva provveduto alla sostituzione della copertura della terrazza, la guaina impermeabilizzante era in buono stato di conservazione e le cause delle infiltrazioni di acqua provenienti dalla terrazza soprastante non erano state accertate con sicurezza. Non era stato accertato che le infiltrazioni provenissero sicuramente dal terrazzo della proprietaria dell'appartamento sovrastante il negozio, piuttosto che da altri settori della terrazza, appartenenti a terzi, pure chiamati in causa.


Il giudice osserva che la domanda di risarcimento per i danni subiti alla merce conservata nel negozio di abbigliamento, avanzata dalla conduttrice, nei confronti della proprietaria del locale doveva considerarsi senz'altro fondata, in considerazione della sua qualità di proprietaria dell'immobile.


La proprietaria del locale promuove ricorso per Cassazione. Con la Sentenza n. 20218/2011, la Suprema Corte rigetta il ricorso.


I giudici di appello hanno richiamato le conclusioni del consulente tecnico di ufficio, condividendole, escludendo ogni responsabilità della proprietaria dell'appartamento sovrastante in ordine alle infiltrazioni di acqua verificatesi nei locali di proprietà della ricorrente. Erronea la tesi secondo cui il proprietario esclusivo di una terrazza debba rispondere in ogni caso a titolo di custodia dei danni derivanti da infiltrazioni di acqua nei locali sottostanti. La sentenza impugnata ha escluso che le infiltrazioni di acqua verificatesi nei locali condotti in locazione dalla originaria ricorrente, ovvero la titolare e conduttrice del locale commerciale danneggiato, provenissero dalla terrazza di proprietà della proprietaria dell'appartamento sovrastante.

  • Condividi!

by Staff